Quali sono i costi per un massaggio linfodrenante a Torino?

Quali sono i costi per un massaggio linfodrenante a Torino?
4.5 (90%) 2 votes

Il massaggio conosciuto come linfodrenaggio è anche noto come drenaggio linfatico manuale.

Un massaggio linfodrenante è in grado di procurare diversi benefici all’organismo.

Gli effetti agiscono sia su una parte del sistema nervoso, perché allevia i dolori localizzati, tonifica i muscoli, distende la pelle, migliora la circolazione linfatica, riduce il gonfiore dovuto alla ritenzione idrica e sia a livello estetico con una riduzione della cellulite (a proposito conosci i massaggiatori anticellulite?) e un diffuso senso di benessere.

La durata media di una seduta di massaggio linfodrenante eseguita da un professionista qualificato varia dai 30 ai 60 minuti e i costi a Torino hanno un range tra i 40 e gli 80 euro per singolo trattamento.

I costi variano in base alla specificità del trattamento, alla ricerca degli effetti desiderati e con l’aumento del tempo necessario all’esecuzione. Un massaggio linfodrenante base è ad esempio quello rilassante con tecniche classiche di impastamento, sfregamenti, etc.

Cosa è il massaggio linfodrenante?

Il massaggio linfodrenante ha lo scopo di sbloccare e far scorrere nei canali la linfa presente nel nostro corpo, che viaggia insieme al sangue e che ha l’importante funzione di purificare i tessuti. La linfa circola nel nostro corpo attraverso dei filtri chiamati linfonodi che grazie all’azione dei linfociti (cellule), difendono l’organismo attraverso l’attivazione del sistema immunitario.

Il linfodrenaggio favorisce il corretto drenaggio dei liquidi linfatici dai tessuti e l’azione meccanica del massaggiatore avviene nelle aree che interessano il sistema linfatico (milza, timo, noduli linfatici e linfonodi) al fine di facilitare il flusso dei liquidi organici ristagnanti o sciogliere gli eventuali nodi e offrire sollievo ai tessuti, pulendoli dalle scorie in eccesso.

Sebbene già Ippocrate, il primo medico greco della cultura occidentale, conosceva la linfa, il massaggio linfodrenante è un’invenzione che risale all’inizio del secolo scorso.

Le tecniche eseguite per un massaggio linfodrenante sono principalmente due, e seguono o il metodo della scuola di Vodder o di Leduc che condividono la stessa base teorica ma hanno elaborato ciascuna specifiche tipologie di movimento.

Secondo la prima i movimenti coinvolti sono quattro: tocco rotatorio, tocco a pompa, presa che attinge, tocco a cerchi fermi.

La scuola di Leduc invece si basa su una minore varietà di movimenti, rappresentati dalla cosiddetta “manovra di richiamo” che serve per svuotare i condotti dalla linfa che deve esser drenata, e dalla “manovra di riassorbimento”, finalizzata a far entrare la linfa presente nei tessuti all’interno del sistema di condotti, ricorrendo anche a bendaggi. In sintesi i principali benefici di un massaggio linfodrenante sono:

  • Effetto anti edematoso
  • Effetto immunostimolante
  • Effetto cicatrizzante
  • Effetto tonificante sulla microcircolazione
  • Effetto rigenerante
  • Effetto antalgico
  • Effetto rilassante e sedativo

Dal punto di vista estetico il linfodrenaggio combatte la ritenzione idrica e la cellulite.

Dove posso trovare a Torino massaggiatori qualificati?

Ad eseguire questo massaggio sono un fisioterapista o un massaggiatore qualificato capaci di applicarlo nel modo corretto; perché questo metodo necessità di studio, preparazione e conoscenza, altrimenti il risultato sarà inutile o addirittura dannoso. Alcune delle controindicazioni possono essere la rottura dei capillari o arrossamenti della pelle. Per trovare un massaggiatore qualificato a Torino, essendo questa una professione libera da vincoli di iscrizione ad un albo professionale, è possibile consultare gli elenchi e i profili di scuole professionali dove vengono formati gli operatori del massaggio .

Come diventare esperto in massaggio linfodrenante?

Decidere di diventare un massaggiatore esperto in linfodrenaggio in questo momento storico potrebbe risultare una scelta davvero molto azzeccata perché il settore della salute, del benessere e della cura di sé è in costante crescita nonostante la crisi economica generalizzata.

Le persone si rivolgono a massaggiatori professionisti per ritrovare il benessere emotivo, annullare stress e tensioni oppure risolvere piccoli fastidi e problemi comuni quali mal di testa, contratture, disturbi digestivi, strappi muscolari, tensioni e ansie, insonnia e molti altri.

I corsi per massaggiatori sono sempre più numerosi, a fronte di una crescente richiesta di formazione da parte di tante persone, in un settore, però, che essendo saturo, si è orientato da tempo sulle tecniche specialistiche.

Tali specializzazioni sono richieste dai pazienti e di gran lunga preferite anche dai massaggiatori, consapevoli di poter contare, così, su una conoscenza adeguata a diverse esigenze di terapia e di domanda.

Corsi come quelli organizzati dalla Scuola Professionale di Massaggi Diabasi in tutta Italia, e anche presso la sede di Torino, permettono di conseguire un diploma riconosciuto dallo CSEN – CONI.

Un esperto di massaggio linfodrenante può lavorare come dipendente negli ambulatori privati, in centri benessere, presso associazioni sportive, alberghi e villaggi turistici, ma anche da libero professionista, lavorando presso il domicilio dei propri clienti. Il massaggiatore collabora, inoltre, con altri operatori del settore, rispettando i propri limiti di competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *